I dolcificanti senza calorie: la Stevia

Pubblicato il
13 Settembre 2019

La Stevia è spesso la scelta preferita per chi decide di dire addio agli zuccheri in favore dei dolcificanti naturali senza calorie.

E’ sicura? E’ indicata per il diabete? Fa dimagrire?

Vediamo cosa dice la scienza.

Stevia

La Stevia (o meglio il suo zucchero- il Rebaudioside A) è l’unico dolcificante naturale senza calorie.

Mantiene un retrogusto erboso e di liquirizia e ne basta una quantità irrisoria per ottenere il potere dolcificante del saccarosio.

Dopo un iter legislativo travagliato, è approvata come additivo alimentare (E960). Questo significa che ne è stata quindi confermata la sicurezza da parte dell’EFSA.  E’ stata comunque stabilita una dose massima di assunzione.

E’ diventata molto in voga per chi ha il diabete perché sembra avere un effetto ipo-glicemizzante, ma anche tra la popolazione generale.

In commercio si trova come sostituto degli zuccheri nella lista ingredienti di bevande, dolci e confetture.

E se sostituissi gli zuccheri con la Stevia?

Spesso si punta sui dolcificanti artificiali per ridurre l’apporto calorico e l’apporto di zuccheri (in caso di disturbi del comportamento alimentare, obesità, sovrappeso e diabete).

Dalla loro parte, c’è la consapevolezza che non faranno aumentare di peso né aumenteranno la glicemia.

Gli studi scientifici

  • Due studi (2015; 2017) affermano che nonostante i dolcificanti artificiali senza calorie siano stati pensati per ridurre il tasso di obesità, questo effetto in realtà non avviene.

Il motivo sembra il seguente: alterano la flora batterica intestinale e quindi i meccanismi per la regolazione del glucosio. In più diminuirebbe il senso di sazietà portando ad un maggiore introito calorico.

I dolcificanti artificiali senza calorie possono fare ingrassare.

Quindi i dolcificanti artificiali senza calorie possono fare ingrassare ed essere una delle con-cause della cosiddetta ‘fame nervosa’.

stevia

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una revisione del 2018 invece non concorda su questo aspetto, escludendo che possa essere responsabile di un aumento della fame.

Leggendo bene la Review viene però esplicitato che l’affermazione non deriva da studi sulla Stevia (non ce ne sono) ma da studi su altri dolcificanti artificiali a zero calorie, presupponendo uno stesso meccanismo e quindi di poter traslare alla Stevia le medesime conclusioni.

La questione quindi non è ancora risolta.

Stevia e diabete

Per quanto riguarda la sola fascia di popolazione affetta da diabete, abbiamo una revisione e metanalisi della lettura solamente per quanto riguarda il Diabete di tipo2.

Questo studio del 2019 conclude che non ci sono miglioramenti statisticamente significati sui parametri legati alla malattia, compresa la glicemia, ed esclude quindi potenziali effetti anti-diabetici della Stevia. Per lo meno ad oggi.

Stevia

Altri studi invece ritengono che, nonostante sia senza zuccheri aggiunti, non solo non migliori i parametri ma inneschi essa stessa una potente risposta insulinica.

Anche in questo caso, i dati sono contrastanti: la Stevia è probabilmente una scoperta troppo recente per avere le idee chiare in merito.

Stevia sì, Stevia no?

Visti i risultati contrastanti della letteratura, come spesso accade la risposta è più semplice di ciò che si pensa: sia per i diabetici che per i non-diabetici che cercano di perdere peso, l’unica alternativa e smetterla di concentrarsi sull’alimento in sé ed iniziare a concentrarsi globalmente sullo stile alimentare che, in generale, si sta conducendo in quel momento.

Magari ha più senso rivalutare l’apporto calorico globale anzichè comprare la marmellata light.

Magari ha più senso trovare delle strategie per inserire lo zucchero in modo che non alteri la glicemia ma che plachi la fame e la “voglia”.

Magari ha più senso utilizzare alimenti che non costino un rene, se tanto alla fine il corpo richiede quelli. Magari tutto questo è più facile fissando un appuntamento con una dietista.

 

Riferimenti bibliografici:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 Camilla Bendinelli, All Rights Reserved P.IVA: 01465770111, Ragione sociale: Camilla Bendinelli, Sede Sarzana (La Spezia), Via XX Settembre 30/I, CAP 19038, Powered By Dichotomiclab